10201629747936549
Animali

Il cavallo più bello del mondo, Akhal-Tekè

Stiamo parlando dell’Akhal-Tekè detto anche “Il cavallo celeste“.
E’ una delle più antiche, pure e affascinanti razze equine del mondo, che pare derivi dall’antico (e ormai estinto) Cavallo Turkmeno.

Esistono più di 250 razze equine, tra queste l’Akhal-Tekè spicca per la sua unicità.
Negli ultimi mesi è stato dibattito di molti articoli nel mondo del web, che lo definiscono come il “Cavallo più bello del mondo”.

Un cavallo molto aggraziato, aristocratico, famoso per la sua bellezza ed eleganza.

Il suo manto brillante, è una delle caratteristiche distintive della razza; questo aiuta a proteggerli dal freddo e favoreggia la riflessione della luce, donandogli appunto un bellissimo riflesso metallizzato.

Il manto può assumere varie colorazioni: nero, caramello, perla, grigio, sabbia e alloro.
Oltre al manto particolare, l’Akhal-Tekè è uno dei pochi cavalli che presenta una criniera quasi inesistente.
Le immagini più diffuse nel web rappresentano un Akhal-Tekè dorato con riflessi quasi metallici dovuti alla rifrazione della luce: una razza davvero particolare, non c’è che dire.

Nel passato gli Akhal-Tekè venivano chiamati “Levrieri del deserto“, ciò dovuto al loro paese d’origine ma anche alla loro eleganza e velocità. Il corpo snello e allungato, gli arti lunghi, fanno di questo cavallo perfetto per il salto agli ostacoli e la corsa; è infatti scattante come un levriero.

Tra i grandi nomi della storia, possiamo dire che Napoleone Bonaparte, (possessore di ben 80 cavalli), rimase affascinato dalla bellezza dell’Akhal-Tekè e si narra che Alessandro Magno possedesse un cavallo, Bucefalo, sempre di razza Akhal-Tekè.

E’ sicuramente una razza ricercata e particolare, ma secondo voi, è davvero il cavallo più bello del mondo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *