10201629747936549
Astrologia umanistica

Lidia Fassio, studiosa e ricercatrice di astrologia umanistica

Con immenso piacere, presento la nuova sezione di Letteralei interamente dedicata all’astrologia umanistica e curata da Lidia Fassio, Astrologa, studiosa di psicologia, simbolismo, mitologia e medicina psicosomatica che accetta questa richiesta di scrivere per voi e ci  manda una lettera di presentazione che pubblico integralmente.

Mi presento.

Ho accettato di collaborare con questo sito che propone un rapporto speciale con il mondo femminile e,  prima di iniziare con le mie riflessioni, desidero ringraziare Rosaria che mi ha contattata e presentarmi a voi: mi chiamo Lidia Fassio e sono una studiosa di psicologia  con il vizio dell’astrologia; nell’arco della mia vita ho incontrato questi due amori: il primo  è stato sicuramente la psicologia che ha destato il mio interesse sin da piccola allorchè, vivendo in un paesino delle montagne piemontesi insieme a mia nonna e a due mie zie,  fui molto affascinata da un  personaggio, considerato il  “matto della frazione” che abitava proprio nella casa vicina alla nostra ed io di notte mi alzavo  per vedere cosa faceva: lui  parlava con i conigli e con la Luna e raccontava cose e poesie  ed io restavo incantata perché, posso dire ora, era un soggetto tenero e sensibile, decisamente fuori contesto nella famiglia in cui era nato.

Mia nonna mi continuava a dire che era strano e che non dovevo frequentarlo troppo ed allora io rispondevo che dato che  da grande avrei fatto il dottore dei matti, tanto valeva cominciare a studiarli.

Successivamente ho lavorato per tanto tempo con la psicologia fino a quando,  un bel giorno,  ho incontrato anche l’Astrologia.

Sono sempre stata un po’ tirata da queste due vocazioni e  per tanto tempo ho avuto anche molta difficoltà a metterle insieme anche perché, vi parlo di 30/35  anni fa,  non era facile parlare  di astrologia nel mondo accademico per cui, per diverso tempo, fui  costretta a  tenere separate queste due discipline, coltivando l’astrologia privatamente.

Ciò non mi esime dall’affermare che la conoscenza e lo studio dell’astrologia mi ha portata a capire molto di me e degli altri, sollecitandomi a trovare un metodo che potesse integrarle ed utilizzare entrambe.

Ho sempre pensato che l’Astrologia fosse una delle tante discipline che consentono una crescita personale per cui, anche il taglio previsionale che, trenta anni fa era quello principalmente frequentato, mi stava stretto perché ho sempre pensato che ognuno di noi possa avere delle inclinazioni ma non delle determinazioni.

Così ho lavorato a lungo per mettere insieme queste due conoscenze cercando un metodo che mi consentisse di  trovare ottimi risultati. Il mio approccio alla disciplina è dunque psicologico ed umanistico e, proprio per questo, considero il tema natale una sorta di mappa della nostra psiche che consente di individuare le risorse, le energie e le potenzialità di un individuo che saranno ovviamente da mettere in luce e da risvegliare se, per qualche motivo, appaiono bloccate e poco utilizzate.

Dopo tanti anni di insegnamento in giro per l’Italia ho dato vita ad una vera e propria scuola di formazione la ERIDANOSCHOOL che, negli ultimi anni, ha avuto anche il riconoscimento come “scuola di counseling”, così che l’astrologia viene utilizzata come un metodo per comprendere le problematiche e le potenzialità di un individuo e, con le tecniche della relazione di aiuto, mettere a frutto un lavoro che possa migliorare il rapporto del soggetto con sé stesso e con il mondo.

In questo spazio vorrei postare delle riflessioni, degli articoli che possano sensibilizzare chi non conosce la disciplina ad avvicinarsi nel modo corretto e, magari, modificare la visione dei tanti detrattori che, probabilmente, non la conoscono nelle sue effettive potenzialità.

Sono ovviamente a disposizione per rispondere ai vostri quesiti qualora ne sentiate la necessità.

Per prima cosa, penso sia utile dire due parole su cosa si intende per Astrologia umanistica e psicologica:

Esistono molte scuole di pensiero rispetto alla materia astrologica: tutte hanno una loro dignità e soddisfano esigenze e aspettative diverse. L’ottica umanistica e psicologica riguarda quelle persone che sono interessate all’aspetto di conoscenza personale e che vedono in questo strumento una possibilità di crescita e di sviluppo, ponendosi in una situazione di protagonisti attivi, di persone che, spinte dal bisogno di diventare individui, scoprono e cercano di comprendere la

natura dei modelli energetici evidenziati nel grafico zodiacale personale.

L’Astrologia è una delle poche discipline in grado di far percepire l’idea di essere parte di un sistema in cui ogni cosa ha un senso perché unita a tutte le altre. Da un lato ci parla di un ritorno alla fonte stessa dell’Origine del Tutto responsabile dell’eterno generarsi delle cose, dei cicli e delle eterne trasformazioni e, dall’altra, si riferisce alla vita individuale che prende il via dal concepimento che consente l’avvio di un ciclo personale che si ripeterà nell’eterno confronto-specchio con quello universale. L’Astrologia lascia comprendere con esattezza il legame tra la filogenesi e l’ontogenesi, poiché mostra che tutto ciò che succede nella specificità umana è già accaduta nel lungo percorso evolutivo della specie.

Quello che normalmente  viene chiamato destino è in realtà un progetto racchiuso, il prodigioso potenziale psicobiologico individuale che si organizzerà in maniera complessa e sofisticata a patto che trovi nella vita quegli elementi che gli sono necessari per potersi rivelare e dischiudere. Il destino può essere definito, in termini psicologici, il Sé originario, una sorta di traccia-matrice che in ogni individuo parte dall’Esistere per arrivare all’Essere e, infine, al Divenire. È ovvio che, nel momento in cui una nuova vita prende luce, verrà in contatto con il mondo esterno, che costituirà il terreno di confronto su cui scrivere la storia personale che si intreccerà con quella collettiva: una sorta di filo conduttore in cui la trama interna incontrerà l’ordito esterno per tessere la tela della futura personalità. Da quel momento in poi, due tendenze fondamentali coesisteranno: l’una spingerà a ritornare verso quel mondo paradisiaco da cui ha avuto origine, e l’altra opterà per un  continuo affrancarsi da ciò che è collettivo. Ognuna di queste due tendenze si confronterà con forze che favoriranno o ostacoleranno gli impulsi. Il prodotto finale sarà il risultato di quanto l’Io, entità che si pone come tramite di esperienza tra le due tendenze, riuscirà a integrare nella coscienza.

Dato che il sito si rivolge al mondo femminile, posto un piccolo articolo sulla Luna che, ovviamente, è il simbolo astrologico che ci parla di tutto questo mondo; dal materno, alla capacità di prendersi cura, al modo in cui si vivono le emozioni e la femminilità. (link: La Luna, il simbolo astrologico che ci parla del mondo femminile)

Lidia Fassio”

Mail: info@lidiafassio.itLe case astrologiche

http://www.eridanoschool.it/consulenza-astrologica/la-consulenza-astrologica.asp

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *