10201629747936549
casa

Quadri: come disporli?

SFOGLIA LA GALLERIA

domuseco.it Disposizione quadri
Domuseco.it Disposizione-dei-quadri
Domuseco.it Disposizione-dei-quadri 2
Domuseco.it Disposizione-dei-quadri radiale
TempoliberopourFemme La-disposizione-dei-quadri
desiner.it Come appendere e disporre i quadri
La migliore offerta di Giuseppe Tornatore
forumarredamento.it disposiione quadri
Design Mag Come appendere i quadri in soggiorno
6-quadri-disposti-su-scala
Design Mag La-disposizione-lineare-dei-quadri

Quadri, stampe e sculture da parete

Giuseppe Tornatore nel film “La migliore offerta” ha centrato il tema, la passione per i quadri e per l’arte. Il protagonista del notevole film, si circondava di preziosissimi ritratti che ritraevano volti di donne. In solitudine, il battitore di aste protagonista, si dilettava, seduto in poltrona nell’ammirazione di quei meravigliosi preziosi.

Dobbiamo dire che, parte integrante dell’arredamento è l’arredo delle pareti.  Opere d’arte, stampe, antico  o moderno, orologi e oggetti scultura da parete devono integrarsi con lo stile e la personalità del resto dell’arredamento.

La scelta di un quadro o di un altro oggetto, deve essere fatta rispettando alcuni criteri, oltre a ricordarci un momento o un artista preferito, deve impreziosire e arricchire l’atmosfera dell’ambiente dove sarà collocato.

Il gusto personale ci far scegliere tra una parete molto ricca di quadri,  e un’altra con pochi ma significativi pezzi di grande rilievo.

Le regole dell’architettura, vogliono che il quadro sia fissato “ad altezza sguardo”, quindi non troppo in alto né troppo in basso.  Tutta via se la nostra casa ha soffitti fino a 3,40 o 3,60, questa regola non va rispettata. Possiamo immaginare di creare diverse file, che abbiamo un loro ordine e/o un disordine creativo.

Una prassi generale, richiede di posizionare in alto i più grandi, e a scendere,  quelli di dimensioni più piccole.

Pareti di grandi dimensioni consentono raggruppamenti di piccoli/medi quadretti, o di grandi con soggetti a grande impatto visivo.

La disposizione può essere di tipo geometrico, quindi con orientamento verticale, orizzontale o circolare con un grande quadro centrale e gli altri sistemati intorno.

Disposizione lineare verticale: indicata per pareti molto alte e per posizionare quadri di piccole dimensioni;

Disposizione lineare obliqua: può essere utile in caso di pareti non regolari come mansarde, o ai bordi di una scala;

Disposizione geometrica: stesse regole sia verticale che orizzontale;

Disposizione radiale: un grande quadro centrale che faccia da punto luce di focalizzazione e tanti quadri tutti intorno, anche di diverse dimensioni, posti a raggera con distanza regolare dal quadro centrale;

I quadri, soprattutto se antichi e/o pregiati, non amano i raggi solari, il sole danneggia infatti il colore. Meglio una illuminazione artificiale e non troppo diretta.

Con i led è possibile illuminare i quadri da dietro, con un effetto estetico notevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *