10201629747936549
Costume

Cura della Stella di natale, consigli

Tradizionalmente durante il periodo Natalizio, si considera ben augurale il colore rosso, ma le composizioni adatte per accompagnare un dono di Natale sono varie: agrifoglio, spighe dorate, rami con bacche, pungitopo e stelle di Natale.

La pianta sicuramente più diffusa in occasione del Natale e delle feste per eccellenza, è la Poinsettia pulcherrima, ovvero la Stella di Natale.

La Stella di Natale è una pianta ornamentale originaria del Messico, in cui cresce spontaneamente e allo stato selvatico può raggiungere fino ai 2 e i 4 metri di altezza.
Questo tipo di pianta, sempre intensamente colorata, è capace di attirare l’attenzione e di creare da sola un’ottima atmosfera natalizia.
Se curata bene può non solo sopravvivere ma diventare una splendida pianta verde da appartamento.

Stella di NataleSe dovete acquistare la pianta, scegliete gli esemplari più folti. Una volta a casa liberate la pianta dalla confezione in modo che la luce e l’aria possano raggiungere tutte le parti della pianta.
La Stella di Natale è una pianta da stanze fresche, condizionate e luminose, dove l’umidità resta elevata.

In questo periodo festivo, posizionate la pianta nella stanza più luminosa della casa: l’ideale sarebbe metterla davanti ad una portafinestra che però verrà aperta raramente. L’umidità dell’aria gioca un ruolo fondamentale per la durata della pianta.
E’ consigliata un’irrorazione ogni due o tre giorni controllando con le dita il grado di umidità del terreno.
E’ importante controllare sempre il terriccio che non deve mai essere completamente secco ma deve restare fresco senza essere fradicio. Per questa ragione conviene eliminare l’acqua presente nel sottovaso dieci minuti dopo la bagnatura.

Dopo le feste, se avete intenzione di conservare la pianta, seguite questi piccoli suggerimenti.
Spostate la Stella di Natale sulle scale o in una stanza fresca, luminosa e con temperatura intorno ai 16-18°, senza mai scendere ai 15°. Bagnate la pianta solo una volta la settimana. In primavera dopo che i fiori si sono disseccati accorciate i rami riducendoli a metà. Il taglio si esegue appena sopra l’innesto di una foglia. In estate è consigliato spostare la pianta all’aperto. A metà estate rinvasarla in un contenitore di misura superiore con un substrato ricco di torba e ben drenato, senza mai pressare troppo il terriccio. In ottobre, dovrà essere riposizionata in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *