10201629747936549
Itinerari

Le bandiere blu delle acque dolci di Piemonte, Lombardia e Trentino Alto Adige.

 

SFOGLIA LA GALLERIA

Cannero sul Lago Maggiore
Calceranica al Lago
Caldonazzo
Cannobio sul Lago Maggiore
Gardone sul Lago di Garda
Levico Terme
Pergine Valsugana
Tenna

I laghi del Piemonte, della Lombardia e del Trentino Alto Adige sono meta di turismo da parte dei turisti di tutto il mondo. Noi che li abbiamo vicini li poniamo più di frequente tra le mete dei nostri week end. Diamo un’occhiata alle località che, fregiandosi della  Bandiera Blu, vantano le spiagge più pulite.

Inutile ricordare che la qualità delle acque è soltanto uno dei motivi per cui vale la pena di trascorrere qualche giorno sui nostri laghi: paesaggi da cartolina, località di interesse storico, mete religiose sono altrettanto validi motivi. Senza trascurare l’impagabile senso di relax e di benessere che trasmettono le acque dolci. E, dulcis in fundo, l’aspetto gastronomico….

In Piemonte, sulle sponde del Lago Maggiore, troviamo Cannero Riviera e Cannobio.

In Lombardia, sul Lago di Garda, Gardone Riviera.

In Trentino Alto Adige, in Alta Valsugana sulle sponde dei laghi di Caldonazzo e di Levico troviamo Levico Terme, Calceranica al Lago, Caldonazzo, Pergine Valsugana, Tenna.

Ma cosa è la Bandiera Blu? La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale che viene assegnato ogni anno in 49 paesi.

Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale.

Tra i criteri che costituiscono criterio di assegnazione, la qualità delle acque di balneazione è prioritario: solo le località le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente, possono presentare la candidatura. Per quanto riguarda la depurazione, solo località con impianto di depurazione almeno con trattamento secondario possono procedere nel percorso di valutazione. In particolare, inoltre, non vengono prese in considerazione località che non abbiano almeno l’80% dell’allaccio in fognatura delle acque reflue, dell’intero territorio della località candidata. L’obiettivo generale è la necessità di garantire la massima vivibilità del territorio che comprende anche la regolamentazione del traffico veicolare, attraverso l’istituzione di aree pedonali, piste ciclabili, parcheggi decentrati e bus – navetta, la cura dell’arredo ed il decoro urbano, la sicurezza ed i servizi in spiaggia.

Nel corso della stagione estiva, tutte le località insignite della Bandiera Blu, sono oggetto di visite di controllo, al fine di verificare la conformità ai criteri stabiliti dal Programma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *