10201629747936549
Lettere

La tavola – Galateo secondo Ester

Alzi la mano chi non è stata presa dal panico, almeno una volta nella vita, quando, dovendo preparare la tavola per un pranzo con i parenti si è chiesta: “Ma le forchette dove vanno? E i coltelli? Quanti bicchieri occorrono?”

Vediamo di procedere con ordine, con pochi ma essenziali consigli.
Anche se non siete casalinghe nate, con un po’ di pazienza si potrà servire una cenetta con i fiocchi!

La tovaglia
Deve essere immacolata e perfettamente stirata. Deve ricadere ai lati di almeno trenta centimetri.

I tovaglioli
Quelli di carta lasciamoli alle feste dei bambini. Scegliamo i tovaglioli abbinati alla tovaglia, piegati semplicemente a triangolo, mettendoli a sinistra rispetto al piatto.

Piatto

I piatti
Se pur preparando un pranzo non troppo formale, avete parecchi invitati e temete che i piatti del servizio non bastino, potete utilizzare due servizi, magari giocando con i colori e con gli accostamenti.

I sottopiatti “arredano” la tavola e sono utili se avete il tavolo di vetro, perché non lasciano passare il calore dei piatti.

Le posate
Devono bastare per tutti i commensali. Per le forchette grandi calcolatene due per ciascun posto tavola.

I bicchieri
Noi preferiamo quelli a stelo, classici e trasparenti: eleganti e sempre validi.
Se il pranzo lo permette, per l’acqua si possono scegliere i bicchieri senza stelo, sempre trasparenti.

Occorrono un bicchiere per l’acqua, uno per il vino rosso, uno per il bianco, uno per lo spumante. Quello per lo spumante può essere portato in tavola quando occorre.

dettaglio-di-tavola-apparecchiata

Come disporre la tavola

Sul sottopiatto va il piatto piano (quello per il secondo). Sopra questo il piatto fondo o il piatto più piccolo destinato all’antipasto.

Le forchette si mettono a sinistra con le punte all’insù. I coltelli a destra con la lama verso il piatto.
I cucchiai vanno a destra.
Le posate piccole per il dolce vanno disposte orizzontalmente sopra il piatto, in alto il cucchiaio con il manico a destra e sotto il coltello con il manico sempre a destra e la lama verso il piatto. Infine la forchettina con le punte all’insù e il manico a sinistra.
Le posate si dispongono secondo l’ordine in cui verranno usate, partendo da quelle più lontane.

I bicchieri si dispongono vicino al coltello, ossia alla destra del piatto. Prima il bicchiere dell’acqua, poi quello del rosso, infine quello del bianco.

tavola apparecchiata 5

Il pane
In teoria occorre un piattino a sinistra del piatto contenente piccole fette o piccole porzioni. Possono andare anche uno o più cestini disposti sulla tavola, comodi per ogni commensale.

Acqua
Da evitare le bottiglie di plastica. Ottime le caraffe trasparenti.

Vino
La bottiglia o le bottiglie devono avere un piattino e un collarino antigoccia.

Sale e pepe
Per evitare contorsioni o gesti scaramantici, disporre vari contenitori alla portata degli ospiti.

Stuzzicadenti
Cartellino rosso! A questo punto avremo messo gli ospiti in una condizione estetica e mentale di grande piacere, pronti ad assaporare i nostri manicaretti e a trascorrere qualche ora piacevole.

Felici serate care amiche

Ester

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *