10201629747936549
Nuova era

Immortalità umana e ricerca scientifica sull’allungamento della vita

Gli uomini più ricchi al mondo investono sulla ricerca scientifica dedicata all’allungamento della vita e alla ricerca dell’ immortalità umana.

Ci credono e la finanziano sia Mark Zuckerberg di Facebook che Larry Ellison di Oracle e molti altri milionari. Bill Maris di Google ha dichiarato già qualche anno fa che avrebbe investito milioni di dollari per contrastare l’invecchiamento. Dichiara ad alcuni giornali inglesi, “Google wants you to live forever” (Google vuole che tu viva per sempre), o almeno fino a 500 anni.

La casa delle scoperte rivoluzionarie a livello mondiale è sempre li, nella mitica Silicon Valley, incubatrice di tutti i progressi che hanno visto la luce negli ultimi decenni e catalizzatrice di cervelli alla ricerca di opportunità.

Ma Mark Zuckerberg fa di più, investe tramite la fondazione creata insieme alla moglie Chan su Bio Rxiv. Un sito interamente dedicato alla divulgazione di temi scientifici, dove è possibile pubblicare liberamente articoli e relazioni in anteprima.

L’intento è quello di divulgare al massimo le informazioni, in questo modo si moltiplicano le possibilità di incrociare conoscenze e competenze, accelerando così il possibile successo scientifico su questo argomento.

BioRxiv è un sito attivo da solo 3 anni ma già operativo con oltre 8 mila studi al mese pubblicati. I fisici pubblicano e condividono.

Vita eterna dunque, questo vogliono i ricchissimi del pianeta. E mettono in campo tutto il loro sapere, molto denaro e la capacità di diffondere informazioni per raggiungere l’obiettivo nel più breve tempo possibile.

La ricerca scientifica ha già allungato del 30% la vita di alcuni topolini in laboratorio. Le scoperte vengono principalmente dai genetisti che, tramite l’ingegneria e lo studio dei geni umani, intendono sostituire le cellule deteriorate non in grado di riprodursi correttamente che causano tumori e producono materiale tossico per l’organismo.

Hanno individuato 4 geni quali responsabili principali dell’invecchiamento. Eliminando queste cellule e sostituendole con nuove geneticamente trattate tramite staminali, si ottiene il tanto sperato allungamento.

Sono i  Talomeri corti alcuni dei responsabili delle malattie e dell’invecchiamento, otre che dei fenomeni di invecchiamento quali l’imbiancamento dei capelli e il cedimento della pelle.

La scienza vuole allungarli questi Talomeri. L’ipotesi attuale è di arrivare a 120 anni in buono stato di salute.

Quanto si vivrà nel futuro?

 

 

Immortalità umana e ricerca scientifica sull’allungamento della vita

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *