10201629747936549
Ricette

Le verdure di aprile e il profumo di primavera. Arrivano fave e asparagi

Aprile è arrivato con il suo profumo di primavera e tante verdure da mangiare il più possibile fresche, freschissime, chi ci riesce appena colte, proponiamo fave e aspargi.

Le verdure di aprile sono l’aglio, gli asparagi, le bietole, i carciofi, le carote, i cavoli, l’erba cipollina, i fagioli, le fave, il finocchio, la lattuga, i piselli, il porro, i ravanelli, lo scalogno, il sedano, gli spinaci, le lenticchie,la patata.

In particolare da non far mancare le fave e gli asparagi.

Una ricetta tradizionale con le fave.

Innanzitutto attenzione alla durata delle fave che, fresche, non si conservano troppo a lungo, in genere non più di tre giorni. Una buona idea è quella di chiuderle in un sacchetto e congelarle. Prima di consumarle toglietele dal baccello e togliete la pellicina.

Le fave fresche sono buonissime e la tradizione vuole che si mangino crude.

Naturalmente abbinandole con contorni di varia natura.

In primo luogo il pecorino, come vuole la tradizione romana, o altri formaggi saporiti. E con salumi vari, dal salame alla pancetta, dal prosciutto crudo allo speck.

Una ricetta con gli asparagi

Lessate gli asparagi dopo aver tolto lo strato più duro stando attenti a non toccare le punte.

Disponeteli in una teglia su un solo strato, salate e pepate e guarnite con un filo d’olio.

Con estrema delicatezza rompete le uova e stando bene attenti a non romperle adagiatele sopra gli spinaci.

Mettete nel forno che avrete riscaldato a 180 gradi e fate cuocere per dieci minuti scarsi.

 

Fave e aspargi

 

Questo articolo ha 2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *